FOCUS – Gli alimenti utili al microbiota

26 Agosto 20190
come-prenderci-cura-del-microbiota-1-1280x720.jpg

CRAUTI – KEFIR E KIMCHI – Alimenti poco noti ma fondamentali per un microbiota in equilibrio.

Vino, formaggio, yogurt e cioccolato sono tutti prodotti fermentati, cioè creati da microbi che trasformano zuccheri come il glucosio in altri composti chimici. I sapori e le consistenze dei cibi fermentati sono il prodotto delle diverse specie di batteri e di lieviti che li hanno prodotti. Da qui ne consegue che, ad esempio, il pane a lievitazione naturale che fanno a Roma avrà un sapore completamente diverso da quello prodotto in un altro luogo ed il motivo risiede nella diversità tra i microbi delle 2 località. La fermentazione quindi, aggiunge sapore e consistenza ma anche molti batteri «buoni» per la nostra alimentazione. Bisogna fare attenzione però quando si comprano cibi fermentati perchè molti di essi vengono pastorizzati, processo che “uccide” i microrganismi vivi, andando ad “eliminare” proprio quello che rappresenta il valore aggiunto di questo genere di alimenti.

GLI ALIMENTI UTILI AL MICROBIOTA

Bisognerebbe quindi fare attenzione ad acquistare prodotti freschi che garantiscano un contenuto di batteri vivi. Oppure, naturalmente, farseli in casa. La maggior parte delle persone si limita a far fermentare il latte o le verdure, ma bisogna sapere che in realtà è possibile far fermentare praticamente tutto, anche il grasso di maiale e il pesce crudo.

Tutti noi conosciamo il sidro, l’aceto di sidro di mele, il pane e i formaggi, ma probabilmente non riusciremmo ad immaginare di pote mangiare altre tipologie di cibi fermentati. In realtà la fermentazione ha origini antiche ed era un metodo per conservare alimenti per lunghi periodi, garantendo al nostro organismo un apporto di batteri “buoni” costante nel tempo, soprattutto ad esempio, durante i rigidi inverni.

TI PIACEREBBE FARE UN TEST UTILE AL TUO MICROBIOTA? SCOPRI LE NOSTRE OFFERTE

I crauti fatti in casa hanno un sapore notevolmente diverso da quello acidulo dei prodotti che conosciamo e che siamo abituati a trovare nei nostri supermercati e sono ricchissimi di batteri vivi e sorprendentemente semplici da preparare; il kefir invece è una bevanda di latte fermentata grazie alla quale possiamo gustare una delle miscele più ricche di probiotici in assoluto. Un altro ingrediente fermentato molto diffuso è il kimchi, un contorno vegetale speziato originario della Corea.

Tra i motivi per cui i cibi fermentati sono così salutari per l’intestino c’è il fatto che, facendo le dovute proporzioni, contengono una gran quantità di microbi diversi. I microbi contenuti nei cibi fermentati hanno anche una probabilità molto maggiore di altri batteri di raggiungere indenni il nostro colon, perché sono estremamente resistenti agli acidi: di fatto, sono cresciuti proprio in un ambiente acido.

L’impatto dei cibi acidi sul nostro intestino ci preoccupa?

Ebbene, è dimostrato che non abbiamo nulla di cui preoccuparci. L’unica raccomandazione, se non siamo abituati a consumarne, è quella di introdurli gradualmente nella nostra alimentazione.

by GeckoBiotech

GECKOBIOTECH S.r.l., Start-Up innovativa specializzata nella ricerca e sviluppo di sistemi biotecnologici avanzati

La scienza al servizio della Salute

GeckoBiotech

+39 351 5020255

www.geckobiotech.it

info@geckobiotech.it

Area Rivenditori

Accesso rivenditori partner




GeckoSocial

Segui le nostre attività


MarketingProject by BroadwayCommunications.it